Perché è difficile rispondere alla tua domanda “Prezzo?”

E’ una domanda che in molti si pongono ma allo stesso tempo è difficile rispondere, se non con la classica motivazione “dipende”

Ma dipende da che?

In questo articolo proviamo a considerare tutte le variabili che possono incidere sul preventivo per l’acquisto di una cucina e quindi darti dei parametri validi per avere, in linea di massima, un’idea certa di quanto possa costare la cucina dei tuoi sogni. Ma, soprattutto, vogliamo che ti renda conto che chiedere insistentemente “prezzo?” non ha nessun significato e non potremo mai darti una risposta precisa.

Quando decidi di acquistare una cucina devi unire tre aspetti fondamentali:

-qualità del prodotto

-budget a disposizione

-personalizzazione dell’ambiente: quanti mobili ti occorrono, sono pensili o mobili base, accessori (si/no).

Abbiamo precisato questi elementi (e non a caso, così hai subito un’idea chiara del seguito) perché il prezzo della cucina non può essere stabilito a priori.

A meno che tu non sia abbagliato dai cartelloni pubblicitari  stradali che ti propongono un’intera cucina (scadente) a prezzi davvero irrisori, sei conscio del fatto che l’arredo è come un abito di alta sartoria, viene cucito per te, per le tue esigenze e soprattutto, per ciò che spendi

Quali sono i fattori che incidono sul prezzo della cucina?

  • Ambiente e spazi

Definisci quali sono gli spazi disponibili e cosa vorresti mettere; da questo dipende il costo degli altri elementi fondamentali come il piano di lavoro, i moduli compensativi standard o fuori squadra che potrebbero modificare il preventivo.

  • Marca

La marca è tra i primissimi fattori che incidono sul prezzo di una cucina: più i marchi sono noti e conosciuti sul mercato, più si dovrà mettere in conto di spendere cifre più elevate, anche in caso di modelli base.

  • Elettrodomestici

La qualità e il numero degli elettrodomestici incide molto sul costo di una cucina. Non scordare che alcuni  elettrodomestici hanno tecnologie integrate, come ad esempio il piano ad induzione che è più costoso della classica piastra elettrica, ed incide notevolmente sul preventivo finale

  • Finiture

Altro elemento da tenere in considerazione perché è ciò che nel tempo fa la differenza. I materiali impiegati per la realizzazione di una cucina non sono tutti uguali: si parte dal basso con il laminato e le varianti  più note come il Fenix e il PET, per arrivare ai laccati, al vetro e al legno.

E’ importante quindi che la scelta ricada su un materiale che permetta di essere resistente alle varie sollecitazioni cui è sottoposto un arredo cucina come l’acqua, il vapore, il calore, gli urti e le abrasioni.

Alle finiture va sempre aggiunto il piano lavoro, l’elemento cardine che fa la differenza; sul mercato ve ne sono moltissimi con diversi range di prezzo.

  • Rubinetteria

L’estetica si evolve rapidamente anche nel caso degli accessori per la cucina. I modelli più moderni e originali hanno sostituito quelli classici facendo certamente elevare i prezzi.

  • Montaggio

L’ultimo aspetto da non sottovalutare è il montaggio della cucina e, soprattutto, da chi è svolto. Generalmente i mobilifici si affidano ad aziende esterne, garantendo un’attenzione e una cura diverse da ciò che realmente offre il personale interno, esperto e qualificato. In ogni caso, assicurati che il montaggio sia parte integrante del preventivo di acquisto